Come scrivere un buon articolo SEO

Rob Verschuren Maggio 4, 2020
0
shares

SEO

Anche un articolo eccezionale è inutile se non viene letto. Ecco il motivo per cui tutto nasce dalla visibilità.

  • Decidi per quali parole chiave vuoi apparire. Usa questi termini nel tuo testo, in particolare nell’header, nei sottotitoli e nell’introduzione. Non abusarne e usali in modo molto naturale.
  • Utilizza in modo efficace e corretto i tre elementi chiave: <title>, <meta description> e <H1> (l’heading dell’articolo). Questo è davvero fondamentale.

Il title è la nostra grande opportunità per mostrare all’utente che abbiamo la soluzione alla sua domanda. “Come”, “Quale” e “Dove” sono parole che funzionano spesso bene. Hai a disposizione un massimo di 70 caratteri, incluso il nome del brand. Usali bene.

Nella meta description devi giustificare il claim del title. Lo si può fare in diversi modi: descrivi brevemente come risponderai alle domande dell’utente, dai il tuo parere di esperto su tale argomento, ecc. Ciò che importa è che tu faccia tutto questo in modo accattivante, affinchè il maggior numero di utenti scelga tuo articolo. Google mostra di solito i primi 165 caratteri della meta description, talvolta qualcosa in più. Per la tua meta description puoi usare fino a 300 caratteri, assicurati però, che abbia senso se Google decidesse di interromperla a 165.

L’H1 fa subito capire all’utente visitatore che ha caricato la pagina giusta e, pertanto, deve essere in linea con il title. Spesso, contiene gli stessi termini.

Contenuto

  • Parti da ciò che interessa al tuo utente target. Non ha bisogno dell’ennesimo banale articolo sull’argomento, ma di nuovi spunti, idee ed esperienze personali.
  • Consulta sempre diverse fonti prima di iniziare a scrivere. Più sarai di ampie vedute, più sarai in grado di scrivere un articolo originale. Raccogli le informazioni che hai trovato in una struttura chiara, con il tuo “tone of voice”, e dove possibile aggiungi le tue esperienze personali, spunti e pareri.

Forma

  • Dai importanza all’header. Un buon header è intrigante, promette qualcosa, fa riferimento alle query e fa subito capire l’argomento dell’articolo.
  • Inizia la tua storia con una piccola introduzione che spieghi cosa si debba aspettare il lettore e lo renda curioso sulla parte successiva. Mantieniti il più specifico possibile. In questa fase, le informazioni non rilevanti e superflue sono il modo perfetto per demotivare il lettore.
  • Ci sono innumerevoli modi per creare un articolo, ma è importante avere sempre una struttura chiara. Rendila il più facile possibile guidando il tuo lettore in modo ordinato dalla domanda alla risposta, dall’inizio alla conclusione e dal problema alla soluzione.
  • Assicurati che sia leggibile. Usa paragrafi corti, separati da spazi bianchi. I sottotitoli sono indispensabili perché molti utenti daranno un’occhiata generale al tuo articolo, ancor prima di leggerlo.
  • Usa sempre immagini (o video). Inizia l’articolo con un’immagine e arricchisci il resto della storia con diverse immagini. Questo è un buon modo per tenere alta l’attenzione.
  • Fai un buon uso dei link, il più possibile in modo naturale, verso altri siti web o altri tuoi articoli. Non aver paura di perdere il tuo utente. Aiutarlo con informazioni aggiuntive rilevanti che aumentino il valore del tuo articolo è molto più importante.
  • Termina il tuo articolo con una call to action. Usa l’ultima riga del tuo articolo – e anche lo spazio sotto di esso – per esortare il tuo lettore a fare qualcosa. Ad esempio:
    • lasciare un commento
    • condividere l’articolo sui social media
    • iscriversi alla newsletter
    • ricevere un give-away, magari sotto forma di e-book, consigli gratuiti ecc.

Dopo aver letto questo articolo, ad esempio, puoi contattarci per informazioni sul nostro SEO copywriting a prezzi competitivi.